{[adsense:type=leaderboard]}

Come scegliere un buon elettricista

Guida del di

 Un mestiere che richiede qualità e precisione

L'elettricista è una figura professionale molto diffusa ,rientra in quel settore di lavori artigianali la cui competenza è molto richiesta. Al giorno d'oggi  ne troviamo molti  sul mercato, per questo dobbiamo saper scegliere con giudizio e molta attenzione quello con più competenza in materia e abilità nello svolgimento della sua attività.


Per riconoscere un buon elettricista basta seguire dei punti ben stabiliti e sapere che ci sono dei veri e propri requisiti necessari alla svolgimento di questa professione.


Come prima regola generale il nostro candidato deve aver frequentato un corso di formazione fondamentale all'acquisizione delle nozioni basilari del mestierie e al termine di questo percorso otterrà il diploma di perito industriale.

Per una maggiore preparazione sarebbe utile prendesse un diploma di perito elettrotecnico, il quale gli consentirebbe di avere una conoscenza a tutto tondo della materia.

I requisiti fondamentali che un buon elettricista deve avere sono:

  • una buona manualità fondamentale per un eccellente risultato nel lavoro
  • conoscenza delle norme riguardanti la manutenzione e l'uso delle attrezzature
  • pianificazione del suo lavoro e istallazione degli impianti elettrici con relativa conoscenza di tutte le norme di sicurezza del lavoro onde evitare infortuni o altri danni
  • fare supposizioni su eventuali guasti e conseguente riparazione dell'impianto elettrico malfunzionante
  • Deve possedere una grande precisione nel lavoro che svolge poichè uno sbaglio potrebbe essere la causa di un ulteriore danno all'impianto elettrico
  • Essere in grado di istallare impianti elettrici tra cui sensori, quadri elettrici, attuatori

Inoltre deve poi assicurare al proprio cliente attraverso una certificazione la quali attesti che il lavoro svolto e che tutto sia stato effettuato secondo le norme di sicurezza.

Un aspetto molto importante da non sottovalutare,è la sua reperibilità e puntualità nello svolgere il suo lavoro. Quante volte abbiamo chiamato l'elettricista e non è risultato raggiungibile o si è presentato in ritardo?

Questo è un  segnale che ci deve far riflettere nello scegliere uno più affidabile. La puntualità e la sua disponibilità verso il cliente sono sintomi di grande professionalità e di rispetto verso il cliente il quale si aspetta il massimo da lui.

Importante è anche la sua esperienza lavorativa sul campo; un buon elettricista per essere definito tale deve aver maturato esperienza sul campo prima come supporto e successivamente per un'azienda.Quando avrà acquisito l'esperienza necessaria portrà lavorare autonomamente avviando una sua attività e mettendosi in competizione con i numerosi esperti del settore.

La scelta del nostro candidato  a volte può ricadere su una persona piuttosto che un'altra per il "sentito dire".Conoscenti o amici ci hanno parlato bene del suo lavoro, spesso si tratta di  quello di fiducia, e noi ci siamo lasciati convincere.

Una volta scelto, starà a noi valutare le sue reali qualità ,nonostante l'ignoranza in materia , tutti sappiamo riconoscere un lavoro ben fatto.

Per quanto riguarda il compenso di un esperto del settore, possiamo dire che non c'è un vero e proprio prezzo fisso. Infatti può variare a seconda del tempo e della manodopera necessaria per riparare un guasto o per un'istallazione di impianti elettrici.

Al giorno d'oggi trovare un buon elettricista ad un buon prezzo, è difficile dato l'alta concorrenza nel campo. Proprio per questo motivo però la situazione viene a nostro favore in quanto esistono ancora professionisti del settore in grado di fornirci un ottimo servizio a prezzi non troppo elevati.

Immagini correlate


Link utili